Io, l’infame

Dico una cosa banale, lo so, ma io ci credo profondamente: tutti quelli che teorizzano, giudicano, sentenziano – giornalisti, politici, professori – dovrebbero provare cosa significa fare 10.000 buchi al giorno con un trapano, o qualcosa di simile.

Io, L’infame, la storia di Patrizio Peci, il primo grande pentito del terrorismo rosso italiano. Un viaggio all’interno dell’Organizzazione, i motivi che l’hanno portato alla lotta armata, le azioni, ed i motivi che l’hanno portato alla decisione di collaborare con i giudici dando il primo colpo mortale alle Brigate Rosse.

 

Peci ci fa capire come il terrorismo sia stata la scelta sbagliata, non solo moralmente, ma anche strategicamente. Non si può che essere d’accordo con lui, però rimane un infame.

Riletto adesso dopo quasi 25 anni dalla mia prima lettura.

Su Anobii 4 stelline.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...