L’arte di uccidere

Perché, in fondo, la guerra è questo: la mobilitazione di tutte le risorse possibili per ottenere la distruzione dell’avversario. Un fine che è impossibile conseguire senza uccidere.

La storia della guerra di Spagna come non l’avevo mai letta, ricostruita giorno per giorno, battaglia per battaglia, ricostruita con l’attenzione di uno storico documentatissimo.

La storia della resistenza di Madrid: Nei quartieri popolari si organizzano manifestazioni con cartelli che dicono “No Pasaràn“. E’ una vera grande ribellione civile, che nessuno si aspettava.

La storia delle controverse decisioni di Franco che non puntava tanto a vincere la sua guerra, ma soprattutto a sterminare il nemico, la Repubblica, con il colpevole appoggio della Chiesa.
Quello che si sta costruendo è un regime nazional-cattolico con panni fascisti. I vescovi hanno firmato un manifesto in cui certificano il carattere di crociata dalla guerra condotta da Franco e condannano all’inferno tutti coloro che difendono la causa della Repubblica.

La storia del fascismo italiano e del nazismo tedesco determinanti per la vittoria dei ribelli, la storia delle democrazie europee colpevoli di essere rimaste a guardare la democrazia spagnola affogare nel suo sangue.

Franco continua a non fare manovre: affronta il nemico con la mitraglia e il petto dei suoi uomini.

Una bella Storia. Una lettura difficile questo L’arte di uccidere di Jeorge M. Reverte.

Su Anobii 4 stelline.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...