Cronache della Galassia

La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci

Ho letto tutto il ciclo della Fondazione di Isaac Asimov una ventina di anni fa ed ho deciso di riprenderlo in mano adesso, senza fetta.

Anche se la cronologia della storia partirebbe con un paio di romanzi usciti in coda, inizio a leggere di nuovo da quello che fu scritto per primo, Cronache della Galassia o Fondazione come sarebbe la traduzione fedele del titolo originale.

Romanzo breve, uscito inizialmente a puntate negli anni ’50, ci introduce nella grande saga.

Hari Seldon sviluppa una scienza derivata dalla psicologia sociale chiamata Psicostoriografia, grazie a questa analizza la società e prevede quello che sarà il futuro dell’Impero Galattico che in quel momento governa l’intera galassia.  Come il marxismo analizza e prevede la fine ed il superamento del capitalismo, la Psicostoria ci dice come e quando finirà l’Impero. La Psicostoria però non sbaglia le date!

Una volta che si è in condizioni di dare ordini, bisogna darli, come se fossimo nati per comandare, e gli altri ubbidiranno per forza d’abitudine. Questa è l’essenza di un colpo di stato.

La Fondazione Enciclopedica  nasce per preservare il sapere umano dalla decadenza, da piccolo centro scientifico ai confini della galassia dovrà diventare l’embrione di un nuovo impero.

La religione è una delle maggiori influenzatrici di civiltà. (…) E’ il mezzo riconosciuto come il più efficace per dominare gli uomini e i mondi

Se oggi la religione è la prima nemica della scienza, nel mondo di Asimov la scienza sfrutta la religione per diffondersi, finché ci riesce.

Una sincera amicizia attraverso il commercio dà risultati migliori che non un potere instabile basato sull’odiata supremazia di un sistema religioso in mano allo straniero.

Quando l’uomo inizierà a non fidarsi più delle sovrastrutture religiose, sarà il commercio a prendere il potere.

Storia futura, storia già vista.

Questi i temi chiave di questo primo romanzo del ciclo. Si sente un po’ troppo la discontinuità narrativa tra le varie fasi, cambiano i protagonisti troppo spesso, ma è solo l’inizio.

Su Anobii 4 stelline.

Annunci

2 commenti su “Cronache della Galassia

  1. Giuseppe Vergara ha detto:

    Bravo, rileggersi tutto il ciclo dopo 20 anni non é cosa da poco -:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...