Autobiografia erotica di Aristide Gambia

Noi crediamo di piacere per come ci immaginiamo di essere e invece le persone sono sedotte da qualcosa che ci è del tutto sconosciuto.

Ho trovato questo Autobiografia erotica di Aristide Gambia in biblioteca, dopo che ne avevo ascoltato la presentazione con Domenico Starnone a Fahrenheit, alcuni mesi fa.

Romanzo strano, scritto con un linguaggio diretto, crudo, anche volgare, che senza scendere nel pornografico rimane sempre elegante.

Diviso in tre parti, nelle prime due si racconta la vita erotico/sentimentale di Aristide, cinquantenne/settantenne napoletano trapiantato a Roma. Passando continuamente dal racconto diretto in prima persona al racconto in terza, dove sono spesso altri protagonisti a descrivere e ricordare, si ripercorre tutta la vita di Ari: la scoperta del sesso da bambino, le prime esperienze adolescenziali, i vari matrimoni, le innumerevoli amanti, le avventure, le delusioni. Starnone ci fa vedere come è cambiata la visione del sesso in questi ultimi 60 anni di storia d’Italia, nei pensieri, nei costumi e nel linguaggio degli Italiani.

Il sesso è come i sogni: possiamo parlarne dettagliatamente solo inventando.

All’inizio ti incuriosisce soprattutto per l’uso della lingua, è lentissimo e l’intreccio sembra irrilevante. Poi improvvisamente ti tiene incollato alla pagina, soprattutto nella seconda parte, dove oltre ai continui racconti della vita di Gambia, con l’espediente di un diario trovato e letto da un’altra persona, anche l’intreccio diventa interessante. Poi però…

Nella terza parte è l’autore che interviene direttamente raccontando come è nato il romanzo ed i motivi delle sue scelte narrative, tecniche e linguistiche.

Che sciocchezza la fedeltà. Non c’è niente di compatto e impermeabile che il desiderio non attraversi.

Però non si fa così, sembra che non ci sia rispetto per il lettore. Va bene usare un romanzo per raccontare 60 anni di vita erotica Italiana, ma se per fare questo ti inventi dei personaggi, li fai vivere sulla pagina e fai in modo che il lettore entri in empatia con loro, non puoi troncare tutto all’improvviso. Una storia deve avere un inizio ed una fine, chissenefrega se ad un certo punto a te della storia non interessa più niente perchè oramai le tue cose le hai dette. Non si fa così. Allora scrivi un saggio!

Ad un certo punto mi sembrava quasi un capolavoro per come era costruito, per punizione su Anobii 2 stelline.

Annunci

7 commenti su “Autobiografia erotica di Aristide Gambia

  1. flofflo ha detto:

    “Per punizione” è bellissimo! 🙂 In questo periodo sono affascinata dalla letteratura erotica, ho appena comprato “Il delta di Venere” di Anais Nin. Che dire, escluderò questo libro “punito” dalla lista dei prossimi da acquistare ;). Buona settimana!

    • Mohawk ha detto:

      “Il delta di Venere” l’ho iniziato ed abbandonato dopo 10 pagine! Mi è sembrato pocho più che pornografia, ma magari sono io che non ci ho capito niente. Buona settimana a te!

  2. mario ha detto:

    si, mi sa che pur con tutta l’apertura democratica possibile, tu, di letteratura non capisci un cazzo, come forse scriverebbe starnone.

    • Mohawk ha detto:

      Non metto assolutamente in dubbio il fatto che io di letteratura non ne capisca un cazzo, infatti ne scrivo su un blog personale letto da quattro gatti e non su qualche rivista/blog letterario fatto da professionisti. Ed il mondo è bello perché è vario, quindi continuerò a scriverne ed a stroncare, se è il caso, anche dei libri considerati unanimemente capolavori.
      Grazie del commento.

  3. luna ha detto:

    La letteratura erotica deve essere ben fatta..
    Ho letto alcuni romanzi che offendono davvero il significato dell’erotismo rendendolo banale e noioso..
    Mi piacerebbe averti nel mio blog..io parlo di libri..passa a trovarmi!
    Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...