Memoria

In questa giornata in cui siamo sommersi da banalità e dove tutti si sentono in diritto di dire la loro sul Giorno della Memoria, io cerco di non essere da meno ed aggiungo le mie banalità.

La mia prima riflessione prende spunto da un intervento fatto su RadioTre a Fahrenheit, una decina di giorni fa, da Elena Loewenthal che ricordava come il GdM non nasce per ricordare gli Ebrei (né in quanto tali, né in quanto vittime) ma nasce per ricordare il giorno in cui l’Armata Rossa entrò nel campo di Auschwitz, il momento in cui non ci furono solo vittime e carnefici, ma per la prima volta ci furono testimoni esterni.

Il GdM è nato non per ricordare gli Ebrei, ma per ricordare quello che successe in quegli anni in Europa e soprattutto in questo paese, perché in Europa c’eravamo anche noi Italiani.
Ci riguarda perché eravamo coinvolti direttamente, perché tante delle persone morte nei campi di sterminio ci sono arrivate grazie alle leggi razziali italiane.
E’ da qui che bisognerebbe partire per capire quello che è successo, parlandone anche e soprattutto nelle scuole.

Riflettevo poi sul perché il GdM non sia entrato poi tanto nei nostri cuori e susciti sempre infinite discussioni.
Secondo me bisognerebbe parlare delle vittime dello sterminio non in quanto Ebrei, ma in quanto Persone.
Bisognerebbe ricordare il fatto che il Nazismo tedesco, aiutato dal Fascismo italiano, abbia deciso di sterminare qualche milione di persone e solo in un secondo momento porsi il problema di chi erano quelle persone e di come furono scelte.
Verrebbe da dire che le vittime non erano solo persone di razza/religione ebraica, ma c’erano anche tanti oppositori politici, zingari, omosessuali eccetera. Questo però sarebbe il solito discorso da comunista (cosa che io sono, fra l’altro).
Continuando a mettere l’accento su Ebrei uniche vittime si aumenta a dismisura lo storico vittimismo ebraico e si aumenta di conseguenza la altrettanto storica “antipatia” che suscitano gli Ebrei.
Alla fine si rischia di cadere sempre sul solito discorso: ma se tutti, da sempre, ce l’hanno con gli Ebrei allora vuol dire che se lo meritano! E se questa rimane una battutaccia (che io stesso faccio spesso) poco male, ma se diventa pensiero comune il rischio è che alla fine la Storia possa anche ripetersi.

Oddio quanto ho scritto, sembra di sentirmi parlare!

Quindi per concludere: questo Giorno della Memoria va bene, ma che serva per ricordare che i Nazifascisti europei, una settantina di anni fa, sterminarono qualche milione di altri cittadini europei.

Bisogna spostare il riflettore dalle vittime ai carnefici.

Non so se si è capito quello che volevo dire, ci ho provato.

Annunci

6 commenti su “Memoria

  1. icco ha detto:

    s’è capito s’è capito!!!!
    Bravo comunista!!!

  2. Nuvola Rossa ha detto:

    Quello che accadde e’ stata una cosa gravissima che poco ha a che fare con la religione, le tendenze sessuali, la politica. E’ abominio, un abominio che deve essere ricordato per far si che non succeda più. A questo serve. Nessuna specie vivente uccide uno della sua stessa specie, questo abominio e’ successo solo con gli esseri umani ed e’ raccapricciante. Per una serie di coseststudi ai molto quello che successe e ho avuto accesso a video allucinanti. Ho sentito con le mie orecchie le testimonianze dal vivo di un sopravvissuto italiano che si ritrovo, per non essere ucciso, a lavorare nelle camere a gas di un campo di concentramento, racconto che un giorno entrarono i suoi amici, gli amici di una vita al di fuori di li, lui dovette uccidere, si ritrovò a dover spiegare loro da dove usciva il gas per morire più velocemente. La gente deve sapere, deve ricordare.

  3. stellassj ha detto:

    Mi sembra che tu abbia centrato la questione, ossia perché, tra tante Memorie, ci ritroviamo a riflettere proprio su questa… quanto ci appartiene, quanto ne siamo coinvolti, quanto e perché dobbiamo onorarla. Post lucido ed azzeccato, direi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...