Das Kapital

Tela = abito è il fondamento dell’equazione. Ma le due merci qualitativamente equiparate non recitano la stessa parte. Solo il valore della tela viene espresso. E come? Riferendo la tela all’abito come suo equivalente, cosa scambiabile con essa. In questo rapporto l’abito vale come forma di esistenza del valore, cosa di valore, perché solo in quanto tale è la stessa cosa della tela. D’altra parte, il proprio essere valore della tela prende risalto, cioè assume un’espressione autonoma, per il fatto che solo in quanto valore è riferibile al l’abito come equivalente, o come cosa scambiabile con esso.

Ho ricominciato a leggere Il Capitale.

A che pagina mi fermerò questa volta?

Annunci