Speed Racer

Speed Racer

Che poi ci sono film che sono per tutti un fiasco colossale, ma che per me e la mia famiglia sono dei capolavori che ogni tanto rivediamo.

E’ il caso ad esempio di Speed Racer, uscito nelle sale oramai 5 anni fa, per la regia dei fratelli Wachowski reduci dal successone di Matrix.

La storia è semplicissima, i buoni sono buonissimi ed i cattivi sono cattivissimi, ed è la trasposizione cinematografica di un cartone (si dice anime a voler parlare corretto) giapponese degli anni ’60.

Quello che è piaciuto a me è  il modo in cui è girato, non sono un tecnico e non ci capisco niente, ma gli sfondi sono fatti tutti al computer, i colori sono vivissimi e saturissimi e sembra quindi un cartone animato anche se è girato con attori veri. A proposito di attori, Cristina Ricci è davvero brava e bella, mentre il protagonista è Emile Hirsch, che non avevo mai visto e probabilmente mai rivedrò.

Da questo film realizzarono un videogioco, io lo comprai per la Wii, bellissimo, ma troppo facile, vinsi tutte le gare quasi al primo tentativo finendolo subito. Peccato.